Le isole pancreatiche e i livelli di glucosio nel sangue

Le isole pancreatiche e i livelli di glucosio nel sangue

La quantità di glucosio nel sangue deve essere finemente regolata per assicurare il corretto funzionamento dell’organismo. Le isole pancreatiche hanno un ruolo cruciale in questo meccanismo di controllo.

 

Le isole di Langerhans funzionano come micro-organi, sono gruppi di cellule presenti nel pancreas. Sono coinvolte nella regolazione dei livelli di glucosio nel sangue e sono formate principalmente da cellule alfa e beta.

Cellule beta: producono l’ormone insulina in risposta ad alti livelli di glucosio nel sangue.

Cellule alfa: producono glucagone in risposta a bassi livelli di glucosio nel sangue.

Il glucosio nel sangue.

Le isole di Langerhans rappresentano solo il 2% del pancreas ma sono indispensabili per tenere sotto controllo la concentrazione degli zuccheri (glucosio) nel sangue.

Il restante 98% del pancreas è responsabile della produzione di enzimi digestivi.

Le cellule beta rispondono all’aumento di glucosio nel sangue

Le cellule beta agiscono come sensori del glucosio: quando la concentrazione sanguigna aumenta, rilasciano insulina per segnalare alle altre cellule del corpo di assorbire lo zucchero.

Il glucosio presente nel sangue proviene dalla digestione del cibo che mangiamo e viene usato dalle cellule per produrre energia.

L’insulina si lega a specifici recettori sulla superficie delle cellule del nostro corpo e promuove l’apertura dei canali del glucosio.

Un aumento del glucosio sanguigno stimola le cellule beta a produrre insulina.

L’insulina si lega a specifici recettori sulla superficie delle cellule del nostro corpo e promuove l’apertura dei canali del glucosio.

L’entrata del glucosio abbassa la concentrazione di zucchero nel sangue. Nella cellula, il glucosio può essere usato subito o immagazzinato nel muscolo.
L’entrata del glucosio abbassa la concentrazione di zucchero nel sangue. Nella cellula, il glucosio può essere usato subito o immagazzinato nel muscolo e nel fegato come fonte di energia.

Le cellule alfa rispondono al calo di glucosio nel sangue

Le cellule alfa sono in grado di avvertire una diminuzione di glucosio nel sangue e di rispondere producendo glucagone. L’ormone agisce soprattutto su fegato e muscolo, dove stimola la produzione e la liberazione del glucosio immagazzinato.

Quando la concentrazione di glucosio nel sangue si abbassa, le cellule alfa rilasciano glucagone.

L’interazione tra il glucagone e i suoi recettori promuove la fuoriuscita di glucosio dalle cellule.

Il glucagone agisce in maniera opposta all’insulina per controbilanciarne gli effetti.

I livelli di glucosio nel sangue aumentano per assicurare a tutte le cellule un apporto adeguato di energia.

Visita anche la nostra pagina che approfondisce il tema del Diabete Tipo 1

Oppure altri approfondimenti li trovi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.